Logo della sperimentazione Logo Anci



Agenda Eventi

<aprile 2021>
lunmarmergiovensabdom
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789


Le dichiarazioni sostitutive da parte di cittadini stranieri

Gli ulimi interventi del legislatore


Dal 1 gennaio 2012, così come previsto dalla Legge 12 novembre 2011, n. 183, tutte le certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione, compresi i certificati anagrafici e di stato civile, sono valide ed utilizzabili esclusivamente nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorieta' sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Tali nuove disposizioni si applicano  anche ai cittadini stranieri, purché gli stati, fatti e qualità personali siano certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici o privati italiani. Quindi, ad esempio, residenza, stato di famiglia, matrimonio, titolo di studio di un cittadino straniero che risiede, si è spostato o laureato in Italia, è autocertificabile in quanto i fatti possono essere attestati da parte di una amministrazione italiana. Diversamente nel caso di nascita o matrimonio all’estero, tali stati devono essere comprovati con certificati esteri tradotti e legalizzati. Questo in linea di massima, poiché quando questi o altri simili certificati devono essere prodotti dal cittadino straniero ad una questura per le pratiche del soggiorno la conclusione potrebbe essere differente.

Sembrerebbe infatti che la nuova normativa non debba applicarsi per effetto di una deroga contenuta nel regolamento di attuazione del testo unico immigrazione secondo la quale (art. 2) “i cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive, limitatamente agli stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici o privati italiani, “fatte salve le disposizioni del testo unico o del presente regolamento che prevedono l’esibizione o la produzione di specifici documenti”. Poiché la stessa eccezione è prevista anche dal regolamento n. 445 del 2000, nella parte non modificata dalla legge del 2011, ecco che in questi casi quel divieto di richiedere o accettare i certificati sembrerebbe non applicarsi.

 

GLI ULIMI INTERVENTI DEL LEGISLATORE

Il decreto semplifica Italia (D.L. 5/2012), convertito in legge n.35 del 2012, ha definitivamente risolto l’annoso problema sulla decertificazione da parte dei cittadini stranieri. Nello specifico il comma 4 bis dell’art. 17 ha soppresso all’art. 3, comma 2, del DPR 445 del 2000 le seguenti parole: “fatte salve le speciali disposizioni contenute nelle leggi e nei regolamenti concernenti la disciplina dell’immigrazione e la condizione dello straniero “.

Il successivo comma 4 ter dell’art. 17 ha soppresso all’art. 2, comma 1 del DPR 394/99 le seguenti parole: “fatte salve le disposizioni del testo unico o del presente regolamento che prevedono l’esibizione o la produzione di specifici documenti”.

Circa l’efficacia delle disposizioni di cui sopra, il successivo comma 4 – quater stabilisce che “le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 acquistano efficacia a far data dal 1° gennaio 2013.”

In conclusione: ai cittadini stranieri non verranno piu’ richiesti i certificati per le procedure connesse alle leggi sull’immigrazione (permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari ecc.). Saranno le amministrazioni ad acquisire d’ufficio la prescritta documentazione. Questo a patire dal 1° gennaio 2013.

 

La Redazione



dati pubblicazione

Fonte: La Redazione
Data: 18/04/2012
Area: area pubblica

link

Tag

Normativa
Decertificazione



File Allegati
Nessun file allegato...




Ultimi Documenti Pubblicati
26 gennaio 2021
Gli Enti della Rete di Assistenza al cittadino straniero
Aggiornamento degli sportelli e delle Amministrazioni attive nella Rete di Assistenza ANCI

12 novembre 2020
I riferimenti della Segreteria di Progetto
per la Rete di Assistenza dei Comuni ai cittadini stranieri

03 agosto 2020
Circolare del 24 luglio 2020
Circolare esplicativa sulla procedura di emersione di rapporti di lavoro disciplinata dal Decreto ...




Legislazione-Giurisprudenza
03 febbraio 2021
Nuovo modello di permessso di soggiorno elettronico conforme al (CE) n. 1030/2002
Con l'adozione del decreto del 20 gennaio 2021 del Ministero dell'Interno è stato approvato il ...

22 dicembre 2020
Circolare INPS Asili Nido per figli degli stranieri con permesso di soggiorno
A seguito dell’ordinanza del Tribunale di Milano del 09 novembre u.s. (in allegato) con la quale ...

18 dicembre 2020
Misura Urgenti COVID - 19
Con la circolare che si allega sono stati informati gli Uffici Immigrazione dell'entrata in vigore ...




Domande & Risposte
18 gennaio 2021
Iscrizione anagrafica di cittadini non comunitari, provenienti dall'Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia La coesione familiare è un ricongiungimento familiare effettuato direttamente in Italia che ...

06 ottobre 2020
Qualè la validità temporale del versamento effettuato dai cittadini stranieri per la richiesta della cittadinanza italiana? la circolare alla quale fare riferimento , come disposto dalla l. 132 \2018, è quella recante il ...

28 agosto 2020
Test di lingua italiana ai fini del rilascio del permesso di soggiorno CE Il cittadino straniero che vive legalmente in Italia da più di 5 anni e intende chiedere il permesso ...



logo anci
Copyright 2007 - ANCI - Note Legali - Credits
Progetto PERMESSI DI SOGGIORNO - Ancitel S.p.A.
Via dell'Arco di Travertino 11 - 00178 Roma
tel: 06.76291484 fax: 06.76291367
e-mail: serviziimmigrazione@anci.it
logo ancitel