Logo della sperimentazione Logo Anci



Agenda Eventi

<dicembre 2018>
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31123456


"Viaggi Disperati" Rapporto UNHCR 2018

A causa delle maggiori restrizioni imposte in Ungheria, molti rifugiati e migranti ricorrono a rotte più pericolosi per spostarsi verso l'Italia


Nonostante sia diminuito il numero di rifugiati e migranti che lo scorso anno sono entrati in Europa, sono aumentati i pericoli che molte persone affrontano durante il viaggio. E’ quanto emerge da un nuovo rapporto pubblicato dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), che illustra il cambiamento dei modelli dei flussi misti verso l’Europa. Il rapporto, intitolato “Viaggi disperati”, rileva dal luglio 2017 un drastico calo degli arrivi via mare in Italia, provenienti principalmente dalla Libia. Una tendenza che è difatti continuata nei primi tre mesi del 2018, con un calo del 74% rispetto allo scorso anno.

Sempre più pericolosi si sono dimostrati i viaggi verso l’Italia: nei primi tre mesi del 2018 il tasso di mortalità tra coloro che partono dalla Libia è salito a 1 decesso ogni 14 persone, rispetto a 1 decesso ogni 29 persone nello stesso periodo del 2017. Secondo il rapporto dell’Unhcr, un aumento importante degli arrivi si è registrato nell’ultima parte del 2017 in Spagna e in Grecia. Lo scorso anno, la Spagna ha registrato un aumento del 101% rispetto al 2016, con 28.000 nuovi arrivi. In Grecia, invece si è registrato un aumento del 33% tra maggio e dicembre del 2017 con 24.600 arrivi rispetto ai 18.300 nello stesso periodo del 2016.

A causa delle maggiori restrizioni imposte in Ungheria, molti rifugiati e migranti ricorrono a rotte alternative per spostarsi all’interno dell’Europa. Ad esempio, alcuni entrano in Romania dalla Serbia, mentre altri partono dalla Grecia e attraversano l’Albania, il Montenegro e la Bosnia-Erzegovina per arrivare in Croazia.

Nel 2017 sono stati oltre 17.000 i minori non accompagnati che sono entrati in Europa. La maggior parte è arrivata via mare in Italia, dove il 13% di tutti gli arrivi è costituito da bambini che viaggiano da soli, una tendenza simile al 2016.

Il rapporto dell’Unhcr evidenzia alcuni progressi positivi nel numero di persone reinsediate in Europa lo scorso anno, con un aumento del 54% dal 2016. La maggior parte di questi 26.400 rifugiati erano di nazionalità siriana (84%) e sono stati reinsediati dalla Turchia, dal Libano e dalla Giordania. Tra i Paesi europei, il Regno Unito, la Svezia e la Germania hanno accolto il maggior numero di rifugiati attraverso il programma del reinsediamento.

dati pubblicazione

Fonte: CINFORMI- Centro Informativo per l'immigrazione
Data: 18/04/2018
Area: area pubblica

link

Tag

Evento
https://www.unhcr.it/



File Allegati
Nessun file allegato...




Ultimi Documenti Pubblicati
09 novembre 2018
Aggiornamento della Rete di Assistenza al 30 settembre 2018
Amministrazioni attive della Rete di Assistenza dei Comuni al cittadino straniero per la compilazione ...

26 luglio 2018
Aggiornamento della Rete di Assistenza al 30 giugno 2018
Amministrazioni attive della Rete di Assistenza dei Comuni al cittadino straniero per la compilazione ...

05 dicembre 2017
Mini-guida sulle condizioni di ingresso e soggiorno dei dirigenti e dei lavoratori di Paesi Terzi
Con il D. Lgs. 29 dicembre 2016, n. 253, l'Italia ha dato attuazione alla direttiva 2014/66/UE sulle ...




Legislazione-Giurisprudenza
03 dicembre 2018
Legge 1° dicembre 2018 n.132
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 ottobre 2018 n. 113, recante disposizioni ...

22 ottobre 2018
Circolare Ministero dell'Interno - Disposizioni in materia di iscrizione anagrafica.
Dall'entrata in vigore del D.L. Sicurezza e Immigrazione del 4 ottobre, n. 113 il permesso di soggiorno ...

16 ottobre 2018
Modifiche in materia di cittadinanza. D.L. 4 ottobre n.113
A decorre dal 5 ottobre 2018 ai sensi dell'art.14 del D.L. 4 ottobre 2018, n.113, il termine di definizione ...




Domande & Risposte
10 dicembre 2018
Il permesso di soggiorno per richiesta di protezione internazionale costituisce titolo per l'iscrizione all'anagrafica? ... Il permesso di soggiorn per richiesta di protezione internazionale non costituisce titolo per ...

10 dicembre 2018
Per le vittime di tratta ex art.18 del TU immigrazione è possibile l'accoglienza all'interno del sistema di protezione? Si, alla luce di quanto disposto dall'12 comma 1 del DL113/2018, convertito in legge che dispone ...

10 dicembre 2018
A seguito della lge 132/2018 chi gode di un permesso di soggiorno per protezione umanitaria potrà essere accolta all'interno ... No, a meno che l'ingresso all'interno del progetto dello Sprar non sia stato autorizzato prima ...



logo anci
Copyright 2007 - ANCI - Note Legali - Credits
Progetto PERMESSI DI SOGGIORNO - Ancitel S.p.A.
Via dell'Arco di Travertino 11 - 00178 Roma
tel: 06.76291484 fax: 06.76291367
e-mail: serviziimmigrazione@anci.it
logo ancitel