Logo della sperimentazione Logo Anci



Agenda Eventi

<ottobre 2018>
lunmarmergiovensabdom
24252627282930
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930311234
Eventi:


07 novembre 2018
Biblioteche di Roma
Corsi gratuiti di italiano per stranieri



30 ottobre 2018
Rovereto, Cavalese, Trento, Riva del Garda e Borgo Valsugana
Progetto FAMI: Informazioni utili per agevolare la ricerca di un’abitazione in Trentino







News
15 ottobre 2018
Decreto Legge su Sicurezza e Immigrazione
Introdotto il permesso per "casi speciali" al posto della protezione umanitaria

25 settembre 2018
Il governo ha dato il via libera al decreto che unifica i testi su sicurezza e migranti.
Per diventare legge manca solo la firma del Presidente della Repubblica

17 settembre 2018
10° Edizione del Festival dei Giornalisti del Mediterraneo di Otranto
ANSA riceve il premio giornalistico "Caravella del Mediterraneo" 2018


Più facile lavorare per il cittadino extra UE in Italia per motivi familiari

Nota prot. n. 4079/2018 del Ministero del Lavoro


Più facile lavorare per il cittadino extracomunitario arrivato in Italia per motivi familiari. Può lavorare, anche se ancora sprovvisto del relativo permesso di soggiorno. A stabilirlo è il ministero del lavoro, d'intesa con l'ispettorato nazionale del lavoro, con la nota prot. n. 4079/2018. Per provare la regolare presenza in Italia è sufficiente che sia stata fatta richiesta di rilascio del permesso di soggiorno per motivi familiari (basta la ricevuta postale d'invio della richiesta). Lo stesso per poter esercitare attività di lavoro autonomo.

La semplificazione ministeriale riguarda una norma del Testo unico immigrati (dlgs n. 286/1998). Nel dettaglio riguarda l’art. 30, comma 2, che consente ai cittadini stranieri, che siano in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per motivi familiari, di svolgere un’attività di lavoro, sia subordinato e sia autonomo, fino alla scadenza del permesso, senza necessità di convertirlo prima in permesso di soggiorno per lavoro (subordinato o autonomo). Prima del rilascio del permesso (o del suo rinnovo), pertanto, nonostante siano regolarmente presenti in Italia, non possono essere assunti, né possono intraprendere un’attività di lavoro autonomo.

In pratica, un cittadino straniero può lavorare nell’attesa del rilascio del permesso di soggiorno per motivo di lavoro subordinato, mentre è vietato a quello che attende il rilascio del permesso di soggiorno per motivi familiari. Questa diversità di trattamento, viene risolta dal ministero del lavoro mediante l’estensione dell’applicabilità dell’art. 5, comma 9-bis (la norma che permette di lavorare allo straniero che si trova in Italia in attesa di permesso di soggiorno per motivo di lavoro subordinato) anche all’ipotesi di straniero in attesa di permesso di soggiorno per motivi familiari. Anche quest’ultimo, dunque, può ora iniziare a svolgere attività lavorativa, nel rispetto degli altri obblighi di legge, avvalendosi, ai fini della prova del regolare soggiorno in Italia e della possibilità d’instaurare un rapporto di lavoro, della semplice ricevuta postale che attesta l’invio dell’istanza di rilascio del permesso di soggiorno per motivi familiari.

dati pubblicazione

Fonte: Avvenire
Data: 15/05/2018
Area: area pubblica

link

Tag

Notizia
http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/immigrazione/focus-on/ingresso-e-soggiorno-per-lavoro-in-it



File Allegati
Nessun file allegato...




Ultimi Documenti Pubblicati
26 luglio 2018
Aggiornamento della Rete di Assistenza al 30 giugno 2018
Amministrazioni attive della Rete di Assistenza dei Comuni al cittadino straniero per la compilazione ...

05 dicembre 2017
Mini-guida sulle condizioni di ingresso e soggiorno dei dirigenti e dei lavoratori di Paesi Terzi
Con il D. Lgs. 29 dicembre 2016, n. 253, l'Italia ha dato attuazione alla direttiva 2014/66/UE sulle ...

13 settembre 2017
Nuovo strumento dell'UE di determinazione delle competenze per i cittadini dei paesi terzi
Lo strumento dell'UE di determinazione delle competenze è un programma on line multilingue che ...




Legislazione-Giurisprudenza
22 giugno 2018
D.Lgs. n.71 del 11.05.2018 Ingresso e soggiorno di extracomunitari per motivi di studio, recerca or tirocinio
Attuazione della direttiva (UE) 2016/801, relativa alle condizioni di ingresso e soggiorno, ...

12 giugno 2018
Corte di Giustizia UE, Seconda Sezione, sentenza 12 aprile 2018
CGUE - Sentenza della Corte (Seconda Sezione) Minori non accompagnati e diritto al ricongiungimento ...

31 gennaio 2018
Nuove disposizioine in materia di Asilo e minori stranieri non accompagnati
Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 142, di attuazione ...




Domande & Risposte
17 settembre 2018
Qual è la procedure per il rinovvo del permesso di soggiorno? In virtù della convenzione stipulata tra il Ministero dell'Interno e Poste Italiane SPA, ai sensi ...

13 settembre 2018
La conoscenza della lingua italiana è un recquisito per ottenere il permesso CE per soggiornanti di lungo periodo? Il cittadino straniero che vive legalmente in Italia da più di 5 anni e intende chiedere il permesso ...

12 settembre 2018
La richiesta di cittadinanza ha effetti anche sui figli stranieri? Ai sensi dell'art. 14 della legge n.91/1992, la richiesta di cittadinanza presentata da un cittadino ...



logo anci
Copyright 2007 - ANCI - Note Legali - Credits
Progetto PERMESSI DI SOGGIORNO - Ancitel S.p.A.
Via dell'Arco di Travertino 11 - 00178 Roma
tel: 06.76291484 fax: 06.76291367
e-mail: serviziimmigrazione@anci.it
logo ancitel